Il Progetto Carlo Magno

Nel 2000 era stato avviato un “Progetto Carlo Magno” con la collaborazione del Circolo culturale “Il Faggio Val Rendena”, della Pro Loco e del Comune di Carisolo e di altre istituzioni pubbliche e private.

A Carisolo, nel Trentino occidentale, all’interno della chiesa cimiteriale intitolata a Santo Stefano, vi è un affresco attribuito con certezza alla famiglia dei frescanti Baschenis di Averara.
L’affresco rappresenta Carlo Magno attorniato dal Papa, da sette vescovi, monaci e guerrieri e il battesimo dei “pagani”. Nel riquadro sottostante è dipinta una lunga scritta murale, tratta da antiche pergamene, che descrive il “Privilegio di Santo Stefano di Rendena” e narra “La leggendaria spedizione di Carlo Magno” da Bergamo, in Valle Camonica e Trentino.
Quest’affresco del 1500, opera di Simone secondo Baschenis, risulta essere l’unico del genere in Europa. Ciò costituisce una rarità che merita di essere valorizzata e portata all’attenzione di un più vasto pubblico di studiosi, appassionati di storia e turisti.
Nel 2000 era stato avviato un “Progetto Carlo Magno” con la collaborazione del Circolo culturale “Il Faggio Val Rendena”, della Pro Loco e del Comune di Carisolo e di altre istituzioni pubbliche e private. È stata realizzata una cartina del percorso, un sito web e un video professionale dalla Sirio film di Trento.
Purtroppo il Progetto si è arenato per mancanza di fondi ma anche perché vi era scarsa convinzione sulle sue potenzialità turistico-culturali. Molti si sono fermati a chiedersi se il passaggio di Carlo Magno fosse storia o leggenda senza comprendere che la stessa origine della narrazione, certificata da molti notai fin dal 1446 e 

tratta da documenti più antichi, è già un fatto storico. Si riprende l’interesse per questo racconto straordinario con un nuovo sito web frutto di una ventennale ricerca di Luciano Imperadori con la grafica di Ledo Lab di Comano Terme.